La medicatrice

Gabriella Margiotta, ci presenta storie che hanno una loro ragione e forza nella pre-rappresentatività e pre-espressività. Una drammaturgia nata dall’incontro e dall’esperienza diretta e quotidiana con persone in carne e ossa, le cui vite devono superare ostacoli e cercano varchi di liberazione verso e dentro l’arte e il teatro. Drammaturgia di realtà, senza effetti di finzione e rappresentazione; di persone, senza personaggi e senza maschere.
“Fondamentalmente Gabriella Margiotta ci fornisce con questo suo lavoro, una serie di indicazioni molto precise, su una lotta che prima o poi dobbiamo vincere sull’animale che ci si porta dentro, come direbbe il noto cantautore italiano Franco Battiato: l’Ego! Quando lo si sconfigge, quando smette di farci avere un appetito smisurato, per l’ambizione ingiustificata, per la gelosia livorosa, per l’ossessione del possesso, il desiderio di riconoscimento e di riconoscersi nell’altrui giudizio, ecco che liberi si può dire “ … non vado più di fretta!”. (Paola Scialpi)
Gabriella Margiotta nasce a Lecce. Si Laurea a Roma in Medicina e Chirurgia, con specializzazione in Dermatologia. Da anni studia teatro e sta per diplomarsi all’Accademia di perfezionamento teatrale AMA di Lecce. E’ un medico … e sa fare l’attrice!

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *